BRUNO COTRONEI, I SUOI LIBRI, I SUOI SUCCESSI!
BRUNO COTRONEI, I SUOI LIBRI, I SUOI SUCCESSI!

QUI QUASI TUTTO DELLO SCRITTORE E ALTRO
 
IndiceIndice  PortalePortale  RegistratiRegistrati  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  
ORA IL LINK DEL FORUM E': http://brunocotronei.3forum.biz !

Condividere | 
 

 STORIA SINTETICA di FOX II

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Bruno
Admin
Admin


Numero di messaggi : 3064
Data d'iscrizione : 27.10.08
Località : Napoli
Personalized field :

MessaggioTitolo: STORIA SINTETICA di FOX II   Lun Nov 07, 2011 1:28 pm

STORIA SINTETICA di FOX 2 !!!!!(mancano foto)
Era l'anno nel quale mi sarei sposato con Irene a conclusione di un fidanzamento di cinque anni. Da qualche tempo lavoravo intensamente e poco tempo avevo per gli hobbies. Solo di sera e la domenica ero dalla mia fidanzata alla quale ero legato da un amore che si era sempre più intensificato nel corso di quegli anni e sempre di più ci legavano passioni comuni e progetti luminosi per il futuro.
Più volte avevo raccontato alla mia ragazza la storia di Fox 1 e del mio desiderio di avere un cane e dell'impossibilità di farlo per l'idiosincrasia di mia madre per tutto ciò che avrebbe potuto pregiudicare la brillantezza dei pavimenti e l'ordine perfetto della casa che ora, dopo il trasferimento in una via superpanoramica, era bellissima ed ampia con un terrazzo di copertura di oltre 200 metri quadrati sul quale più volte avevo tentato di introdurre un cucciolo. Niente da fare! Mia madre, che pur era con me tenerissima e pronta ad accontentarmi su tutto, da quell'orecchio proprio non ci sentiva! Ed ecco che ora, sul punto di avere una mia casa, la casa matrimoniale, avrei potuto finalmente tornare ad avere un cane! Erano trascorsi molti anni dalla morte di Fox 1 e quindi, nonostante il gran daffare lavorativo e di preparazione al matrimonio, ecco che colsi l'occasione individuando in un bel cucciolo di pastore tedesco il mio cane. Lo comprai e lo condussi da Irene che ne fu felice nonostante che la sua famiglia non avesse mai posseduto cani e quindi non avesse alcuna esperienza nella educazione di un cucciolo.
Fox 2 era molto bello, allegro affettuoso e cresceva rapidamente. Prese l'abitudine di "sentire" quando, a circa 4oo metri di distanza in auto io entravo nel grande viale dove c'era casa di Irene. Entrava in agitazione, raspava vicino alla porta d'ingresso al terzo piano, la faceva aprire e giù vorticosamente per le scale e in strada incontro a me che aprivo lo sportello dell'auto e fox si precipitava sul sedile posterione pronto a venir via con me ed Irene che arrivava anche lei quasi di corsa e via tutt'e tre in auto e poi a passeggio.
Sicuramente il periodo più bello di Fox fu quando Irene e famiglia presero in fitto nel mese di agosto un'appartamentino in una casa di un paio di piani che sorgeva sull'ampia spiaggia di Mondragone e alle cui spalle c'era una specie di parco abitato con grandi alberi e qualche prato. E Fox, ormai cucciolone di quasi otto mesi, viveva in libertà entrando e uscendo di casa quando voleva per recarsi o sulla spiaggia o in quel piccolo paradiso del parco. Buono e allegro com'era, presto diventò amico di cani e di uomini come del piccolo vivacissimo meticcio Tommy che Fox faceva mangiarte alla sua scodella e col quale faceva lunghe corse sulla spiaggia con tumultuose amichevolissime baruffe, oppure con l'unico macellaio della zona che regalava a lui e Tommi ossi favolosi.
Ed io e la mia ragazza ci sposammo e partimmo per un lungo bellissimo viaggio di nozze. Ed io avevo affidato Fox (la mamma di Irene non si sentiva di gestirlo) alla casa di campagna di un noto veterinario la cui madre curava molto bene una specie di pensionato per cani.
Quando, dopo quasi un mese, tornammo a Napoli felici e soddisfatti e prendemmo possesso della nostra casa, io volli far partecipare Fox alla festa e andai in campagna a prenderlo accolto da feste esaltanti. E il mio cane, che era diventato ancor più bello e vivace, entrò nell'appartamento nuovo che, per pulizia e pavimenti lucidi, riecheggiava quello di mia madre e (sarà stata le felicità, o la scarsa educazione) lo... celebrò con numerose pipì!!!
Fu allora che Irene, improvvisamente diventata simile a mia madre (nelle sue tante virtù, ma anche nei pochi difetti), si agitò a tal punto che ...ricondussi Fox al pensionato in campagna!!
Nei giorni successivi la casa, il matrimonio e il lavoro funzionavano stupendamente con l'unico neo della mia separazione da Fox.
Appena potevo correvo in campagna e conducevo il mio bel cane in lunghe passeggiate ricambiato di grandi carezze e qualche volta tentai di ricondurlo a casa, ma Fox non sembrava adatto ad una casa linda e pulità e subito dovevo riportarlo al pensionato. Fin quando non mi resi conto che così non avrei davvero potuto continuare e pregai quindi la proprietaria di regalarlo a chi avrebbe potuto garantire per Fox affetto e la libertà alla quale era stato abituato. Appresi con dolore e piacere al tempo stesso che Fox era stato adottato da uno dei figli del proprietario di un grande e notissimo ristorante camping e pompa di benzina che sorgeva sulla strada nazionale per Roma. Il dolore poi fu quasi completamente annullato quando mi dissero che Fox viveva felice in quella specie di paradiso per cani dove il suo nuovo padrone lo conduceva sempre con se financo sulla...vespa.
Ed io per lunghi mesi non passavo più per quella strada o se dovevo proprio farlo accelleravo nei pressi di quel ristorante forzandomi a non guardare in quella direzione.
Quasi un anno era trascorso ed io preso dal lavoro e dalla vita matrimoniale avevo quasi dimenticato Fox e la voglia di cani. Ma un giorno, di ritorno da Roma e dovendo fare benzina, fermai, dimentico, proprio a quella pompa. Scesi per pagare e notai un grande e bellissimo pastore tedesco a catena vicino il distributore ma quasi non ci feci caso fin quando non...parlai!! Allora il cagnone si agitò, torse la catena e compresi e ricordai: ERA FOX!!! Lo feci liberale e lui si precipitò come nei lontani tempi passati nella mia macchina, sul sedile posteriore (eppure l'auto non era quella alla quale era abituato!!).
Che feste ci fece, quanto amore, quanta tenerezza!!!!Avrei voluto chiudere gli sportelli e andar via portandolo con noi, ma poi la razionalità, l'accertami che era trattato benissimo e quello stare a catena era del tutto eccezionale e la mia vita, i miei impegni! Mi limitai a condurlo con me e Irene al bar a dargli da mangiare qualcosa, e poi...fuggimmo via come dei ladri MA SENZA FOX, e per lunghi anni davvero non passai più di lì e quell'episodio, il non aver ripreso FOX, costituisce da tanti anni uno dei miei complessi di colpa!!







Gugol
amici speciali



Numero di messaggi: 404
Punti: 492
Reputazione: 72
Data d'iscrizione: 09.06.09









Oggetto: Re: I MIEI CANI 2 Sab 18 Lug 2009 - 12:34

--------------------------------------------------------------------------------

+
----
-










Ospite
Ospite











Oggetto: Re: I MIEI CANI 2 Sab 18 Lug 2009 - 18:08

--------------------------------------------------------------------------------

Ti credo Bruno...non so come tua abbia potuto abbandonarlo per la seconda volta

Tu hai creduto veramente che Fox quel giorno si trovasse alla catena occasionalmente?

" GLI UOMINI HANNO DIMENTICATO QUESTA VERITA',
MA TU NON DEVI SCORDAARLA.
RIMANI RESPONSABILE PER SEMPRE DI CIÒ CHE HAI
ADDOMESTICATO"
Antoine De Saint.Exupery,
Il piccolo principe








Bruno
Admin



Numero di messaggi: 2142
Punti: 2945
Reputazione: 55
Data d'iscrizione: 27.10.08
Località: Napoli
Personalized field:









Oggetto: Re: I MIEI CANI 2 Sab 18 Lug 2009 - 19:59

--------------------------------------------------------------------------------

Che fosse alla catena solo OCCASIONALMENTE me lo hanno assicurato in molti.

Per il resto, Yoah, il rimorso per non averlo ripreso, o quantomeno tentato
di farlo, ha tormentato me e mia moglie per lunghi anni e non è del tutto
scomparso. Ma, sia lei che io, ne abbiamo tratto grande insegnamento ed
i cani sono divenuti essenziali nella nostra vita.

Bruno



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
STORIA SINTETICA di FOX II
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [U2&US] La nostra storia con gli U2: Amore, Amicizia, Lealtà...
» Pezzi acustici preferiti
» Bob Brozman.. Parliamone
» Gibson ES-339
» 05 - Running To Stand Still

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BRUNO COTRONEI, I SUOI LIBRI, I SUOI SUCCESSI! :: BRUNO COTRONEI:TUTTO SU LUI:RECENSIONI SULLE SUE OPERE, ARTICOLI, INTERVISTE, ECT !-
Andare verso: